Employer Branding Revolution Interviews

4 April 2013

 New initiative by Employer Branding Revolution is coming, guys!. We are now committed to delivering a 2 DAYS Training Course about How to build a winning employer brand strategy!. Called The Employer Brand Experience, it will take place in Milan at Blend Tower on May 7th and 8th , involving successful  specialists from companies and organizations one step ahead in respect to this theme: LINKEDIN, BNL BNP PARIBAS, THE BOSTON CONSULTING GROUP, UNIVERSITY OF TRENTO, SERENELLA PANARO, REINVENTA DEE OCEANS, DAVIDE SCIALPI, SIMONE MAGGIO.

After interviewing Diego Marini from BNL BNP Paribas, We decided to involve another trainer taking part of our event course. It's the Stefano Lavizzari turn, everybody!. Stefano is Recruitment Specialist at The Boston Consulting Group. He will be our Special Trainer in occasion of DAY1 on May 7th and he will be deeply telling us about BCG Employer Branding Strategies in occasion of the Back to Business session! 

D: So, thanks so much Stefano for joining us and for your time. First question I wanted to ask you is: In terms of soft and hard skills, What makes the difference for being hired by a prestigious strategy consultancy firm like The Boston Consulting Group today? 

S: "..well..when we recruit in BCG, we do not have a "standard", we do not have "specific requirements" (only full marks, previous consulting experience, etc.). We are looking for people. During our recruiting process we try to find "well rounded profiles": you should be strong in problem solving, analytics and logic, but also a team player with excellent listening skills, very curious and creative. Last but not least, commitment and drive are essential to be a BCG Consultant..."

D:  Does BCG recruit high-achievers economists and management engineers only ? 

S : "....Diversity is fundamental, so we have colleagues with different academic and professional backgrounds: degrees from Engineering to Social Sciences, PhDs, MBAs – fresh graduates, expert from Industrial companies, Professor from Universities. Everyone could find his path in BCG...."

D: What are the must-know do's and don'ts to succeed when interviewing for open jobs at The Boston Consulting Group?

S : "....First of all, be yourself. The interview is the time where we could understand the fit between the candidate and the firm, and vice versa. Don't be shy and ask questions, enjoy this moment with BCGers and try to imagine your future with us! Share your energy and passion for this job!..."

D: So, What is not BCG as place to work?

S: "...For sure, BCG is not a competitive environment. During my time in this firm I have found very collaborative and reliable colleagues. The only competition you have to face is with yourself: everyone wants to give the best to grow further professionally and personally!.."

D: With BCG, You had a work experience as Recruiter in Poland too, Did you find any differences between italian job seekers and the poland ones in approaching job ( acts, behaviours, dreams, wants,expectations),  having a recruitment interview and in terms of possessed skills and competences  ? 

S: "...I think the main difference among polish and Italian job seekers is about their pragmatism. Polish guys are very direct in asking questions about salaries, working hours, lifestyle – Italians seem more interested in the Firm's values, work environment and growth opportunities. On the other hand, no difference in terms of possessed skills and competences".

D: How important is the touch points management with job seekers for BCG and how do you manage that during the candidate experience?

"...I believe it's essential being transparent and clear when you speak with your candidates. Unfortunately, 90% of the time is about giving negative feedback, but it's also a key part of the recruiter job. Collect information and provide comments about strengths and needs of the candidates – they are not a number to fill or reach, they are a human being like you!"

D: What does it mean working at BCG from your angle ?

S: "...Working in BCG means collaborating with smart, creative, curious people that are always looking for the best solution in every situation. Very stimulating environment with great growth opportunities – internal and external, local and global!"


DAVIDE SCIALPI 

Head of Employer Branding Revolution

April 4th London, UK. 

E-Mail: davide.scialpi@employerbrandingrevolution.com


10 March 2013

Diego Marini - Employer Branding Revolution

Employer Branding Revolution is going to be newly on. We are now committed to organizing a brand new initiative for all our followers. It will nearly be a 2 DAYS Educational Course about How to build a winning employer brand strategy!. It's named The Employer Brand Experience, it will take place in Milan at Blend Tower on May 7th and 8th and it will involve successful trainers and specialists as well as well-known companies and organizations: LINKEDIN, BNL BNP PARIBAS, THE BOSTON CONSULTING GROUP, UNIVERSITY OF TRENTO, SERENELLA PANARO, REINVENTA DEE OCEANS, SIMONE MAGGIO.

As you know, we are used to involve our speakers / trainers in very flash interviews to know more about them. This time it's the Diego Marini, turn. Diego is Talent Acquistion Strategy Manager at BNL BNP Paribas. He will be Special Trainer in occasion of DAY2 of our Educational Course, telling us more about BNL BNP Employer Branding Strategies within a special session named Back to Business! 

DS: So, here we go Diego! Firstl of all, thanks so much for accepting to have an interview with us. That’s a pleasure to us. To start, In just a few words, could you please tell us more about which strenghts of your professionalism have permitted to you to reach the goal of being Talent Acquisition Strategy Manager at BNL BNP PARIBAS Group ?

DM: "Well....first of all Davide thank you for giving me the opportunity to actively join the Employer Branding Revolution “Dream Team”. Answering your question, you know I have a background in Management Consulting (about 7 years of experience there), where I faced several and various subjects, with a focus on HR&Organization ones. This experience helped me to become really flexible and able to face with everyday different tasks with creativity and passion, trying to develop new competencies in the faster possible way. So, my journey in Management Consulting surely supported me and my professional profile to be “attracted” by a great international Group as BNP Paribas, specifically in BNL, an excellent environment where innovation is a strategic “must”. In addition, by myself, I think I am energetic, pro active, reliable and love changes and challenges, I think these attitudes helped me too.

DS: Based on your experience, in nowadays what kind of peculiarities are required for getting possibility to be hired by a Bank as well as to run a successful career within the banking sector? 

DM: "...flexibility, passion for innovation, international mindset and a practical approach in the same time are some of the main features a potential candidate should have to have a successful career in a Bank. We are facing with a dynamic and changing market and it is important that people are ready to approach with new methods, new subjects, new ways of work in order to positively answer to the organization needs.

DS: What’s the most frequent managerial quote you are used to repeat your self for the decision making of your daily job? 

DM: "...Sure, I got it:  “Be Yourself, Follow Your Dreams and Deliver Excellence”. This is my philosophy. It is composed by two emotional concepts and a most operational one. Let me explain. To succeed you should try to be always yourself, considering your attitudes as a treasure and applying them to the environment you are working in, of course adapting as needed. Dreams have to be a goal for you and you should hardly work to obtain what you want, think that everything is possible. When you are yourself and you are following your dreams you will surely deliver excellent results. I think that is true both in professional and personal life. 

DS: Diego, as we know, you will be special trainer for Empoyer Branding Revolution next 8th of May in Milan, Could you please reveal us and share with us some points of your presentation in occasion of DAY2?

DM: "....During my presentation at the session I will try to transfer to attendees my personal experience in, I would say,  "Total Employer Branding Strategy" that is the virtuous mix of Employer Branding dedicated to the external,  the Internal Branding dedicated to company employees and Personal Branding. For a successful Total Employer Branding Strategy all these components should be accurately managed. I will not bring only a theoretical approach but mainly a practical one, trying to underline all the main aspects of the innovative Employer Branding Strategy BNL has activated and is currently managing. Stay tuned for details!...."

DS: What does it mean being Talent Acquisition Strategy Manager in BNL BNP PARIBAS and what does it mean working at BNL BNP PARIBAS from your personal point of view ?

DM:"....In my opinion, It means to have a great opportunity! To have an opportunity to develop deep Talent Management & Acquisition skills and HR ones in general, to feel free to propose my own innovative projects and to be sponsored by the top management, considering BNL as a pure innovator in the Financial Services industry. It means also to be part of a solid international banking group where mobility is considered as one of the main steps for the professional growth of an employee. As Talent Acquisition Strategy Manager I really feel I have a mission: to find and attract the best talents in the market, talents for a changing world, using method and a "project" approach for each open position to be covered. That is very challenging and I like it!....."

 

DAVIDE SCIALPI 

Head of Employer Branding Revolution

March 11th London, UK. 

E-Mail: davide.scialpi@employerbrandingrevolution.com


 

19 November 2012

Marcello Albergoni - Country Manager Linkedin Italy - Day 2

Continuiamo la nostra serie di interviste ai protagonisti key note speaker di Employer Branding Revolution LIVE TOUR 2012! in programma a Milano il 4 e il 5 Dicembre 2012 presso l'UNA HOTEL Mediterraneo. Dopo aver appreso da Stefano Lavizzari di The Boston Consulting Group i segreti per emergere a livello professionale oggi nonché come si diventa business woman di successo in mercati ipercompetitivi secondo Chloe Tattanelli di Universum Group USA. Oggi abbiamo il piacere e la fortuna di intervistare Marcello AlbergoniCountry Manager di LinkedIN.  Speaker selezionato per meglio parlarci di come l'Employer Branding e il Social Networking Professionale corrono straordinarmente insieme on line nel corso del DAY2 "How to communicate an effective Employer Brand in the digital era" 05 Dicembre 2012! preceduto e introdotto da Luis Gallardo, autore di Brands & Rousers direttamente dagli Stati Uniti.

So, here we go! 

Q: Marcello, grazie innanzitutto per averci dedicato parte del tuo tempo e per aver accettato di rispondere alle nostre domande!  Country Manager di LinkedIn Italia. Le tue scelte e le tue mosse incidono sulla strategia di uno dei giganti del mondo delle cosiddette DOT.COM o SOCIAL DOT.COM del momento. Un ruolo sicuramente non facile ma a cui tutti in qualche modo ambiscono. Andiamo dritti al punto. Guardiamo sotto il tappeto. Ti chiediamo subito: Se potessi riassumere in breve alcuni punti di forza di te e della tua professionalità che ti hanno permesso di emergere al punto tale da diventare il numero 1 di Linkedin Italia, quale consideri chiave di volta ?

A: Farsi strada nel mondo del lavoro richiede tempo e impegno e tutte le esperienze che si fanno nel proprio percorso lavorativo contribuiscono indubbiamente a formare l’individuo, sia dal punto di vista professionale, sia per ciò che concerne la vita privata.

Prima di iniziare a lavorare in LinkedIn, sono stato Senior Manager in PricewaterhouseCoopers, dove mi sono occupato di sviluppare la divisione Business Intelligence Solutions. Sono anche stato Sales Director di Business Objects Italia, dove ho gestito, tra le altre cose, la divisione Mid Market.

La mia esperienza in LinkedIn è iniziata nel 2011, ricoprendo il ruolo di Senior Sales Manager e fornendo supporto alle imprese italiane con le nostre soluzioni dedicate al business. Con l’evolversi del mio percorso professionale ho avuto modo di constatare che, se c’è una caratteristica essenziale per farsi strada nel mondo del lavoro, questa è senza dubbio la motivazione.

Alla base di ogni scelta è sempre bene che ci sia consapevolezza di quelli che sono i propri obiettivi. Avere le idee chiare, essere lungimiranti e motivati: questo è il modo migliore per pianificare la strategia più adeguata.

E questo è esattamente ciò su cui ci concentriamo di più: come LinkedIn ci impegnamo a far sì che i professionisti di tutto il mondo instaurino delle reti professionali che li rendano più profittevoli e contribuiscano al loro successo. 

Q: Quali caratteristiche servono e che approccio occorre adottare dal tuo punto di vista per raggiungere il successo come manager oggi?

A: La parola “successo” può significare molte cose. La prima definizione di successo che mi viene in mente è il raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. Credo, tuttavia, che questo sia un concetto sempre in divenire, in costante mutamento. Realizzato un obiettivo, diventa automatico porsene degli altri. E’ un circolo virtuoso che richiede dedizione e una buona dose di senso pratico. 

L’attitudine al lavoro in team è sicuramente una caratteristica essenziale al giorno d’oggi. Sia che si tratti di realtà piccole che di grandi aziende, la capacità di collaborare e di condividere è un punto di forza che contribuisce indubbiamente allo sviluppo di ottime relazioni professionali, la chiave per avere una fonte da cui attingere per le opportunità lavorative. Si tratta dello stesso meccanismo che è alla base del successo di LinkedIn: i contatti e le relazioni, l’interazione e la condivisione. 

Q: Qual è la citazione manageriale che ti ripeti più spesso nel tuo lavoro per trovare punti di riferimento utili per orientare le tue azioni e decisioni manageriali?

A: Una citazione che apprezzo molto e dalla quale traggo costantemente ispirazione è di Jack Welch e recita così: “Control your own destiny or someone else will”. Questo perché credo fermamente nella diretta dipendenza tra flessibilità ed apertura mentale, volontà e successo.

La determinazione nel voler raggiungere i propri scopi è fondamentale, così come è necessario impegnarsi nella pianificazione e nella scelta di quelli che sono i mezzi ideali e più adeguati per realizzarli concretamente. E anche l’idea che sta alla base di LinkedIn riflette questo concetto: un social network sapientemente costruito che permette di far nascere e crescere network professionali efficienti, di trovare nuove opportunità di lavoro e che permette, agli addetti delle risorse umane delle aziende, di scovare i talenti migliori attraverso il grande database che LinkedIn mette a disposizione.

Q: Ci puoi anticipare a grandi linee alcuni punti chiave della tua presentazione?

A: La mia presentazione cercherà di spiegare in modo semplice quello che LinkedIn è e ciò che fa, partendo dai nostri valori fino ad arrivare al nostro modello di business, descrivendo le soluzioni che LinkedIn propone per migliorare e facilitare la ricerca e l’offerta di opportunità di lavoro online grazie alla creazione di un vero network di relazioni professionali. 

Il nostro focus sui professionisti è, infatti, ciò che ci contraddistingue. Il nostro scopo è creare collegamenti tra i professionisti di tutto il mondo; per fare ciò, sviluppiamo i nostri servizi attorno a tre concetti: l’identità professionale, gli insights professionali e la mobilità, ovvero la possibilità, per i nostri membri, di usufruire dei nostri servizi in qualunque luogo. Il risultato del nostro impegno è racchiuso in una serie di funzioni, alcune delle quali aggiornate o introdotte di recente, volte a migliorare le performance lavorative e relazionali dei nostri membri.

Q: Cosa vuol dire essere Numero 1 di Linkedin per te e/o cosa vuol dire lavorare per Linkedin dalla tua soggettiva?

A: Essere il numero 1 di LinkedIn in Italia vuol dire avere grandi responsabilità e grandi soddisfazioni allo stesso tempo. LinkedIn è una rete che coinvolge oltre 187 milioni di utenti in più di 200 paesi in tutto il mondo, dunque il più grande network professionale al mondo. Da poco abbiamo inoltre tagliato il traguardo dei 4 milioni di membri in Italia.

Lavorare per LinkedIn è soprattuto una grande opportunità: si entra a far parte di una società in costante crescita e di un team brillante, giovane e dinamico. Uno dei nostri motti è “cambiamento”: puntiamo infatti a dare ai nostri dipendenti un’esperienza di cambiamento, sia nel tempo che trascorrono su LinkedIn sia come parte integrante della loro carriera. Le relazioni e la condivisione costituiscono un’importante fonte di apprendimento, della quale LinkedIn ha preso atto e sulla quale ha strutturato i propri servizi. Contribuire alla crescita di LinkedIn, quindi, significa contribuire a un progetto più grande: quello di aiutare i professionisti a sviluppare appieno il proprio potenziale e dare il meglio sul lavoro, non tralasciando la possibilità di imparare e di crescere continuamente. 

Grazie Marcello per questa intervista e chiaramente per il prezioso tempo che c'hai gentilmente dedicato.
Ci vediamo il 4 e il 5 Dicembre 2012 a Milano pronti per ascoltare il tuo key note!
Chiaramente, per chi volesse entrare in contatto con Marcello, come tutti i componenti di Linkedin anche lui non poteva non essere presente sul loro proprio sito di Social Networking Professionale. So,  se volete raggiungerlo, qui di seguito c'è il link al suo profilo:  Marcello Albergoni on LinkedIn. 


London, 19 November 2012!


15 October 2012

Con questo post inauguriamo una serie di interviste ai protagonisti di Employer Branding Revolution LIVE TOUR! Il workshop internazionale che approda per la prima volta a Milano il 4 e il 5 Dicembre  2012 presso l'UNA HOTEL Mediterraneo realizzato con la collaborazione di L'OREAL Headquarter, THE BOSTON CONSULTING GROUP, UNICREDIT, LUIS GALLARDO, MARCO CAMISANI CALZOLARI Professor, LINKEDIN, DAVIDE SCIALPI, REINVENTA DEE OCEANS, SPEAKAGE, IULM, THAP GROUP e UNIVERSUM GROUP AB.

Abbiamo deciso di fare un paio di domande ad uno degli Speaker del DAY1, la giornata di Employer Branding Revolution LIVE TOUR! dedicata a "Come gestire un employer brand di successo oggi" con presentazioni e interventi ad oprea di UNIVERSUM, L'OREAL, UNICREDIT e THE BOSTON CONSULTING GROUP. E proprio da THE BOSTON CONSULTING GROUP partiamo intervistando STEFANO LAVIZZARI, Recruiter per l'Italia, la Grecia, la Polonia e la Turchia per una delle più prestigiose Società di Consulenza Strategica al Mondo nonché la Società di Consulenza dove sognano di lavorare di più gli studenti di Economia Italiani.

Abbiamo chiesto lui in maniera molto diretta quali sono i segreti per emergere oggi a livello professionale e chiaramente cosa vuol dire lavorare per THE BOSTON CONSULTING GROUP: 

STEFANO, Se potessi riassumere in breve alcuni punti di forza di te e della tua professionalità che ti hanno permesso di emergere al punto tale da diventare un Recruiter di The Boston Consulting Group, quale  consideri chiave di volta ? 

" Senz'altro, curiosità, passione e disponibilità" La prima caratteristica è stata centrale quando si è trattato di costruirmi un percorso all'interno del Recruiting Dpt. di BCG. Conoscere ed approfondire quelle tematiche che ritenevo (e ritengo) fondamentali per migliorare il posizionamento del nostro brand presso le università e le business school, ma che all'epoca erano soltanto in procinto di diventarlo.Per passione intendo credere nell'importanza del proprio lavoro, nella cura dei dettagli e voler fare le cose nel miglior modo possibile. Disponibilità è un modo d'essere: disponibilità verso gli altri, ascoltare, consigliare, accettare le critiche; Disponibilità nell'affrontare il cambiamento ed accettare le sfide che ti si propongono.

Parlando di qualità, attitudini e caratteristiche da possedere per emergere, a tuo avviso quali fanno la differenza e che approccio occorre adottare dal tuo punto di vista per raggiungere il successo come professional oggi ? 

 "Precisione, definizione e raggiungimento di obiettivi quantificabili, collaborazione. Precisione e collaborazione vanno spesso di pari passo: difficilmente riusciamo a completare processi strutturati interamente da soli. Essere precisi facilita lo scambio comunicativo con i colleghi con cui collabori. Questi due aspetti quindi permettono di raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti in partenza. Qualora non si riuscisse ad ottenerli, la possibilità di quantificarli ti permette di capire meglio quali azioni intraprendere in futuro.

Qual'è la citazione manageriale che ti ripeti più spesso nel tuo lavoro per trovare punti di riferimento utili per orientare le tue azioni e decisioni manageriali ?  

 "L'esperienza è il nome che viene dato ai propri errori  di Oscar Wilde. Nel mio ruolo è necessario pensare, organizzare e partecipare ad incontri, job fair, workshop e lezioni. In queste situazioni, è indispensabile raccogliere i feedback dai partecipanti. Sono dell'idea che ogni confronto generi qualcosa di positivo da applicare agli eventi futuri: una sorta di circolo virtuoso.

Ci puoi anticipare a grandi linee alcuni punti chiave della tua presentazione ad Employer Branding Revolution LIVE TOUR, il workshop internazionale che si terrà a Milano il 4 e il 5 Dicembre 2012? 

condiveremo con gli altri speaker e i partecipanti il nostro approccio all'employer branding, al recruitment e alla gestione degli alti potenziali. Un approccio basato principalmente su logiche di trasparenza nel gestire il processo di candidate experience e onboarding di dipendenti potenziali, nel gestire le relazioni con i dipendenti attuali e nel raccontare esternamente cosa vuol dire lavorare per BCG.

Cosa vuol dire essere Recruiter di THE BOSTON CONSULTING GROUP per te e/o cosa vuol dire lavorare per THE BOSTON CONSULTING GROUP dalla tua soggettiva? Boston Consulting ti trasmette sin dal primo giorno i valori che la costituiscono (aspetto alla base di qualsiasi azione di employer branding). Questa cultura con il passare del tempo diventa "tua", e le tue azioni sono riconducibili al mantenimento di questi concetti. Essere Recruiter di BCG significa molto spesso rappresentare la società di fronte a studenti, laureati e professionisti che nella maggior parte dei casi non riusciranno a diventare tuoi colleghi. Mantenere l'individuo sempre al centro è l'obiettivo cruciale del mio lavoro, di conseguenza è necessario sempre trasmettere chiarezza, fiducia e disponibilità.

Per saperne di più sulla storia professionale di STEFANO LAVIZZARI, qui c'è la sua storia professionale

 

Davide Scialpi

Founder, Chairman and Worlwide Event Manager at Employer Branding Revolution

Il Team di Employer Branding Revolution LIVE TOUR! 

 

 

 

 

Syndicate content

© 2020 Employer Branding Revolution is powered by Reinventa Dee Oceans LTD, 6 Beaufort Court, Admirals Way, Canary Wharf, London
Telephone (UK) +0044 (0) 7466096932 | info@employerbrandinrevolution.com - info@reinventadeeoceans.com