7 motivi che fanno di LinkedIn il miglior alleato per il tuo Personal Branding [Serenella Panaro’s Guest Post]

Employer Branding Revolution - Guest Post - Serenella Panaro - Personal Branding

In quella che è la marcia di avvicinamento alla nostra due giorni di formazione sui temi dell'Employer Branding dal titolo THE EMPLOYER BRAND EXPERIENCE! in programma a Milano il 7 e 8 Maggio 2013 e reallizato con la collaborazione speciale di aziende del calibro di The Boston Consulting Group, BNL BNP Paribas,Università di Trento, LinkedIn e Davide Scialpi,  abbiamo chiesto proprio ad uno dei nostri trainer delle due sessioni educative SERENELLA PANARO, Business Coach Certificato e Career Coach presso l'Università di Trento, di svelarci ed illustrarci in soli 7 punti i segreti e i motivi per migliorare la nostra, la vostra, la propria presenza on line dal punto di vista professionale.  

I 7 motivi per cui Linkedin è un valido strumento per promuovere il proprio Personal Brand oggi.......

“Be Personal!” E’ questa la parola chiave che oggi guida le strategie di chiunque voglia ottimizzare il proprio CV, aumentare contatti e visibilità, essere riconosciuto per la propria expertise. Grazie alle nuove funzionalità, e ai suoi 200 milioni di utenti, Linkedin è un perfetto strumento di Personal Branding e risponde esattamente a questa esigenza, consentendo di gestire sempre più proattivamente e a 360 gradi lo sviluppo di carriera. Il profilo somiglia ormai ad un mini-sito personale con cui poter orchestrare più azioni contemporanee, scegliere come promuovere se stessi, raccontare la propria storia professionale e coinvolgere chi legge il profilo: 

It’s your Brand!.. Prenditi la piena responsabilità di promuoverti! Poiché stai comunicando te stesso, la tua professionalità e non quella di qualcun altro, parla alla Prima Persona, mantieni tale coerenza in tutte le sezioni del profilo, e inserisci un e-mail o un recapito telefonico per poter entrare in contatto con te. 

Evita di semplificare e riprodurre quanto già scritto nel tuo Curriculum Vitae. Al contrario, utilizza LinkedIn per raccontare la tua storia professionale, scegli parole che esprimono la passione e l’entusiasmo che metti in ciò di cui ti occupi, e ricerca sempre il coinvolgimento in chi ti legge. Approfitta dell’Headline, ovvero la sezione che più frequentemente compare nelle ricerche e meglio comunica il tuo brand, per chiarire la tua professionalità, anche nelle diverse sfaccettature di cui è eventualmente composta (es. Employer Branding Specialist | Marketing Specialist | Speaker | Trainer). L’impatto è di certo molto più interessante dell’asettico livello del tuo inquadramento aziendale (es. Quadro presso Azienda X). Per un uso ancora più “personal”, aggiungi una breve frase guida che chiarisca cos’è che anima il tuo lavoro, qual è il tuo obiettivo professionale, e quale valore aggiunto apporterai a chi lavorerà con te (es. Employer Branding Specialist | Marketing Specialist | Speaker | Trainer | Consultant .Driving Corporate Growth!)

Foto, video, Slides & Co... Inserire una foto professionale è essenziale. Scegline una curata, che ben ti identifichi, ti renda riconoscibile, ma soprattutto colpisca l’immaginario di chi visita il tuo profilo. Tieni presente inoltre che la foto nell’Headline è uno degli elementi che ti consente di raggiungere il completamento al 100% del profilo, facendoti rintracciare più frequentemente nelle ricerche!

Oggi è possibile essere ancor più proattivi: nella sezione riservata alle esperienze professionali puoi aggiungere ulteriori immagini che rappresentano i momenti salienti della tua carriera (es. premiazioni) o che chiariscono la tua attività (es. momenti di aula, conferenze in cui sei relatore), Slides (per presentare ad esempio alcuni risultati o progetti che hai seguito), e anche video. Personalmente trovo i video una splendida opportunità per presentarti a chiunque avrà la curiosità di leggere il tuo profilo. Perchè non sfruttarli quindi per dare il benvenuto nella tua pagina “ a tuo modo” e per raccontare il tuo mondo?

Fai parlare gli altri di te... Gli “endorsment” che trovi alla sezione “Skills & expertise” e le  “recommendations” sono due opzioni diverse ed entrambe utili per far parlare gli altri di te! La prima è molto più rapida: con un semplice click i tuoi contatti possono validare alcune delle skills che tu stesso hai deciso di inserire nel profilo. E’ una sezione di sicuro impatto visivo e quantitativo. Ma le recommendations sono più interessanti. Perché?  Perché qualcuno spende parole per te, e non solo un click. Perché qualcuno si prende il tempo di raccontare una storia: quella della relazione e dell’esperienza lavorativa avuta con te. Si tratta di persone che ti hanno conosciuto professionalmente, e la cui testimonianza va ad inserirsi su una dimensione qualitativa. Inoltre, considera che tra le funzioni con cui è possibile ricercare i profili, esiste quella che filtra solo quelli che contengono “recommendations”. Un motivo quindi per sollecitare quest’opzione!

Sii consistente nell’ uso delle tue Key words... I recruiter inseriscono filtri e lavorano per parole chiave quando cercano un candidato. E’ quindi fondamentale individuare quelle che più ti rappresentano come persona e come professionista. Sceglile con cura, evidenziale sapientemente nelle diverse sezioni del profilo e testane l’efficacia. Come? Nell’area “Top Search Keywords” puoi verificare attraverso quali parole chiave il tuo profilo viene maggiormente raggiunto. Raffina dunque la tua strategia di Personal Branding, scegliendo sinonimi che nel tuo settore sono più comuni o preferiti per descrivere certe competenze. Ciò ti consentirà di dirottare un traffico target crescente verso il tuo profilo. 

Non limitarti inoltre a inserire le tue parole chiave nella sezione “Skills & expertise” ma rendi più consistente e credibile il tuo profilo citandole nell’Headline (la sezione che appare con maggiore frequenza nelle ricerche), nel Sommario, e anche tra le  Esperienze Professionali. Considera Keyword non solo le hard skill(specifiche conoscenze e comptenze) ma anche le soft skill (aggettivi e verbi che sottolineano la tua passione e l’entusiasmo che guidano i tuoi progetti), così come i nomi delle Aziende o dei clienti con cui hai lavorato. Tutto può divenire fonte preziosa per trovarti!

Uso appropriato dell’URL... Sii personale in ogni dettaglio! Modifica con il tuo nome e cognome l’url del profilo che, di default, appare come una stringa di caratteri numerici. Potrai così inserirlo nei tuoi documenti, sul tuo biglietto da visita e il tuo curriculum.

Rendi “vivo” il tuo profilo... Il profilo, e quindi il tuo Personal Brand, non è una fotografia statica. Va alimentato, curato, promosso, modificato spesso. Rendilo vitale, permettigli di esprimere la persona che c’è dietro. Consideralo come un dolce di qualità, preparato con cura, ben confezionato ed esposto in vetrina. Se a distanza di mesi lo ritrovassi ancora lì in vetrina, uguale ma ormai impolverato, lo troveresti di certo meno attraente. Semplici refresh a piccoli dettagli hanno un duplice risultato: mantengono up to date il tuo profilo e dirottano traffico e contatti preziosi.

Un po’ di “netiquette” non guasta mai… Attenzione all’immagine professionale che mostri nella delicata fase di primo contatto. La cattiva abitudine di inviare richieste a chi non si conosce, senza presentarsi, far capire la ragione dell’interesse per il profilo della persona a cui si scrive, può compromettere la possibilità di stabilire nuovi legami preziosi. Quando entri in contatto con qualcuno nella vita reale di norma ti presenti mentre gli stringi la mano. Non si comprende perché, nel mondo virtuale, questa buona regola sociale e professionale sia spesso dimenticata. 

Per ottimizzare la tua presenza e le tue azioni in questa vetrina eccezionale e di portata globale per la tua professionalità che è LinkedIn, la domanda che dovrai porti sarà: “che tipo di Personal Brand voglio comunicare?”

 

Serenella Panaro,

Business & Career Coach certificato e Career Coach presso l'Università di Trento.

Serenella sarà fra i Trainer Formatori del Corso di formazione professionale Employer Branding Revolution THE EMPLOYER BRAND EXPERIENCE organizzato in collaborazione con REINVENTA DEE OCEANS, THE BOSTON CONSULTING GROUP, BNL BNP PARIBAS, LINKEDIN, DAVIDE SCIALPI  in programma a Milano il 7 e 8 Maggio 2013 presso Blend Tower, Piazza 4 Novembre, subito vicino alla stazione centrale di Milano.

 


© 2020 Employer Branding Revolution is powered by Reinventa Dee Oceans LTD, 6 Beaufort Court, Admirals Way, Canary Wharf, London
Telephone (UK) +0044 (0) 7466096932 | info@employerbrandinrevolution.com - info@reinventadeeoceans.com